Come Comunicare In Malattia Assenza X Visita Medica?

Come comunicare all’Inps una visita medica?

L’ INPS, con la Circolare n. 106/2020, comunica che è disponibile un nuovo servizio per il cittadino lavoratore, utilizzabile tramite il portale web dell’Istituto, per comunicare il cambio di indirizzo di reperibilità in caso di visita medica a seguito di malattia.

Come si comunica l’assenza alla visita fiscale?

406/2018), al fine di consentire l’effettuazione dei controlli medico- fiscali durante l’ assenza per malattia, i lavoratori sono tenuti a comunicare all’INPS e al datore di lavoro, tramite il certificato medico, la propria residenza o il proprio domicilio abituali ovvero la diversa reperibilità durante la malattia e

Chi decide di mandare la visita fiscale?

Il lavoratore non deve pagare nulla al medico dell’Inps per l’effettuazione della visita. chi paga è il datore di lavoro, se privato e se la visita non avviene d’ufficio, ma su sua richiesta.

Cosa fare se assenti alla visita fiscale?

All’assenza di un lavoratore alla visita di controllo, il datore di lavoro può applicare una sanzione amministrativa, prevista nel contratto, fino al licenziamento, se è provata una truffa nei confronti del datore di lavoro.

You might be interested:  I lettori chiedono: Come Si Fa A Prenotare Le Visite Mediche Online?

Come comunicare all’Inps la fisioterapia?

Nel comunicare all ‘ Inps e alla propria azienda tale necessità, il dipendente dovrà presentare la documentazione medica attestante il suo stato di salute, il motivo dell’assenza dal domicilio, giorni e orari in cui la fisioterapia potrà coincidere con un’eventuale visita fiscale.

Come cambiare indirizzo all’Inps?

Per comunicare il cambio di residenza tramite patronato, devi compilare il modulo cambio indirizzo Inps, codice AP27. Questo modulo è disponibile presso il sito dell’ Inps alla sezione modulistica: non è necessario accedere con le credenziali per scaricare e stampare il modello.

Come giustificare assenza Controllo Inps?

Come giustificare l’ assenza alla visita fiscale? Il dipendente, per giustificare l’ assenza dal proprio domicilio durante le fasce di reperibilità, quando la motivazione dell’ assenza stessa è di natura sanitaria, deve trasmettere all’ Inps la relativa documentazione entro 15 giorni.

Cosa succede se il medico della mutua non ti trova a casa?

Se il medico dell’Inps si reca presso il domicilio del lavoratore, ma non lo trova, lascia un avviso recante l’invito a presentarsi alla visita ambulatoriale nella prima giornata lavorativa successiva.

Cosa succede se non ti trovano a casa in malattia?

Se il medico fiscale non ti trova a casa durante gli orari di reperibilità, incorrerai in una sanzione per assenza ingiustificata. La sanzione consiste nella decurtazione di una parte dello stipendio, pari al: 100% della retribuzione per i primi 10 giorni di malattia. 50% dall’undicesimo giorno di malattia in poi.

Chi dispone la visita fiscale?

Il datore di lavoro ha diritto a richiedere il servizio di controllo medico fiscale nei confronti dei suoi dipendenti sin dal primo giorno di malattia, al fine di verificare lo stato di salute dei propri dipendenti.

You might be interested:  Domanda: Chi Fa Visita Medica Uvg?

Chi manda i controlli per la malattia?

Il controllo sullo stato di malattia del lavoratore o visita fiscale può essere chiesto dal datore di lavoro e dall’INPS ed è accertato dal medico dell’ASL o dal medico INPS. In particolare i medici fiscali effettuano sia gli accertamenti sanitari sia il controllo della certificazione medica durante le visite fiscali.

Quanto costa la visita del medico fiscale?

Il medico fiscale Inps percepisce, oltre al rimborso chilometrico sulla falsariga di quello della tariffa ACI, compensi uguali per il dipendente sia pubblico che privato: 41,67 euro per una visita fiscale in giorno feriale, 52,82 euro per una visita fiscale in giorno festivo.

Cosa succede se non si viene trovati alla visita fiscale?

Il lavoratore deve recarsi all’ambulatorio indicato per effettuare la visita ma se non lo fa lo stesso dovrà fornire all’Istituto e al datore di lavoro una giustificazione entro 10 giorni. Se non si presenta una giustificazione si rischia di perdere l’indennità di malattia spettante.

Cosa succede se non si è presenti alla visita fiscale?

L’assenza ingiustificata alle visite di controllo malattia ha importanti conseguenze per il lavoratore, sia di tipo economico che disciplinare; queste possono spingersi infatti fino alla perdita dell’indennità di malattia o al licenziamento per giusta causa.

Quando non è prevista la visita fiscale?

I casi di esonero sono: Malattia connessa all’esistenza di una patologia grave che richiede cure salvavita; Infortunio sul lavoro e malattia professionale; Malattia correlata a un’eventuale invalidità o menomazione del dipendente pari o superiore al 67%.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *