Domanda: Cosa Fa Il Medico Durante La Visita Del Medico Fiscale?

Cosa fa il medico fiscale quando viene a casa?

La visita fiscale è il controllo medico -legale dei lavoratori assenti da lavoro per malattia. L’Inps riceve il certificato di malattia direttamente dal medico curante in via telematica, e questo è a disposizione sia del lavoratore che del datore di lavoro attraverso l’apposito portale Inps.

Come faccio a sapere chi mi ha mandato la visita fiscale?

L’unico modo per sapere chi ha commissionato la visita è avere accesso al servizio web “richiesta visite mediche di controllo”, perché attraverso questo servizio online è possibile anche consultare lo stato delle richieste inviate nonché l’esito degli accertamenti medico legali.

Chi manda il medico a casa?

L’invio del certificato medico all’INPS è di competenza del proprio medico curante. Il lavoratore può richiedere la copia elettronica dello stesso nella propria casella di posta elettronica certificata (PEC).

Quali patologie non prevedono la visita fiscale?

I casi di esonero sono: Malattia connessa all’esistenza di una patologia grave che richiede cure salvavita; Infortunio sul lavoro e malattia professionale; Malattia correlata a un’eventuale invalidità o menomazione del dipendente pari o superiore al 67%.

You might be interested:  Come Avvisare Che Sono A Fare Visita Medica In Mutua?

Come si svolge la visita fiscale?

Al termine della visita di controllo il medico redige presso il domicilio del lavoratore un apposito verbale informatico e ne fornisce copia al lavoratore. Il verbale viene trasmesso in tempo reale ai sistemi informatici dell’Inps e reso contestualmente accessibile al datore di lavoro che ha richiesto la visita.

Quando arriva il controllo Inps?

Il personale medico incaricato dall’ Inps può far visita al lavoratore, presso il domicilio indicato nel certificato di malattia, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 se si tratta di un dipendente pubblico, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 se si tratta di un lavoratore del settore privato.

Chi decide di mandare la visita fiscale?

Il lavoratore non deve pagare nulla al medico dell’Inps per l’effettuazione della visita. chi paga è il datore di lavoro, se privato e se la visita non avviene d’ufficio, ma su sua richiesta.

Come avvisare l’Inps per assenza visita fiscale?

Cliccando su “Indirizzo reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo” il lavoratore può comunicare la variazione dell’indirizzo cliccando su “Comunica indirizzo di controllo”. La nuova reperibilità viene considerata utile a decorrere almeno dal giorno successivo a quello dell’avvenuta comunicazione.

Cosa succede in caso di assenza alla visita fiscale?

La sanzione amministrativa consiste nella decurtazione del 100% dell’indennità di malattia prevista per i primi 10 giorni di assenza da lavoro. Come anticipato, tuttavia, per l’ assenza alla visita fiscale può scattare anche una sanzione disciplinare decisa dal datore di lavoro.

Come inviare una visita fiscale?

Al fine di richiedere la visita fiscale il datore di lavoro deve seguire una procedura telematica direttamente sul sito Inps. Per accedere a questa procedura è necessario essere in possesso delle credenziali di accesso ed essere dotati della specifica abilitazione a richiedere la visita di controllo.

You might be interested:  Come Si Chiama Tecnicamente Una Visita Medica?

Come visualizzare i certificati di malattia?

Con il servizio online di consultazione certificati di malattia, i lavoratori possono visualizzare e stampare i propri certificati di malattia inserendo il numero di protocollo univoco del certificato e il PIN identificativo rilasciato dall’ INPS, che ne autentica l’accesso.

Quante volte si può ricevere la visita fiscale?

Inoltre, i dipendenti possono ricevere la visita fiscale anche per due volte nello stesso giorno se si è in presenza di casi sospetti (ad esempio, se il lavoratore richiede dei giorni di malattia sempre a ridosso di week-end o di festività).

Quali sono le terapie salva vita?

salvavita, le medicine che curano malattie oncologiche, Aids, epilessia e particolari patologie neurologiche, malattie rare, tesaurismosi ) dove alcuni farmaci entrano ed escono anche su base annuale.

Come richiedere grave patologia?

La domanda va presentata alla Amministrazione di appartenenza, allegando la certificazione medica rilasciata dal Servizio di Medicina Legale dell’ASL in cui deve essere attestata l’esistenza di patologia grave che richiede terapia salvavita o assimilabile e la delimitazione del preciso periodo temporale (del

Quando si è in malattia si può uscire di casa?

La risposta a queste domande l’ha data una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione (n. 9647/2021 del 13.04.2021) secondo cui è illegittimo il licenziamento del lavoratore in malattia per depressione che viene sorpreso in momenti ludici e di svago. Il lavoratore può uscire, quindi. E può divertirsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *