I lettori chiedono: Come Richiedere La Visita Del Medico Fiscale?

Come faccio a sapere chi mi ha mandato la visita fiscale?

L’unico modo per sapere chi ha commissionato la visita è avere accesso al servizio web “richiesta visite mediche di controllo”, perché attraverso questo servizio online è possibile anche consultare lo stato delle richieste inviate nonché l’esito degli accertamenti medico legali.

Chi manda il medico a casa?

L’invio del certificato medico all’INPS è di competenza del proprio medico curante. Il lavoratore può richiedere la copia elettronica dello stesso nella propria casella di posta elettronica certificata (PEC).

Cosa fa il medico fiscale quando viene a casa?

La visita fiscale è il controllo medico -legale dei lavoratori assenti da lavoro per malattia. L’Inps riceve il certificato di malattia direttamente dal medico curante in via telematica, e questo è a disposizione sia del lavoratore che del datore di lavoro attraverso l’apposito portale Inps.

Quando passa il medico dell’Inps?

In quali orari passa il medico fiscale? Il medico dell ‘ Inps può passare soltanto nelle seguenti fasce orarie: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, se il lavoratore che deve essere sottoposto a visita è un dipendente pubblico; dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 se il lavoratore è un dipendente del settore privato.

You might be interested:  Risposta rapida: Come Spostare Appuntamento Visita Medica?

Chi decide di mandare la visita fiscale?

Il lavoratore non deve pagare nulla al medico dell’Inps per l’effettuazione della visita. chi paga è il datore di lavoro, se privato e se la visita non avviene d’ufficio, ma su sua richiesta.

Come avvisare l’Inps per assenza visita fiscale?

Cliccando su “Indirizzo reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo” il lavoratore può comunicare la variazione dell’indirizzo cliccando su “Comunica indirizzo di controllo”. La nuova reperibilità viene considerata utile a decorrere almeno dal giorno successivo a quello dell’avvenuta comunicazione.

Quando non è prevista la visita fiscale?

I casi di esonero sono: Malattia connessa all’esistenza di una patologia grave che richiede cure salvavita; Infortunio sul lavoro e malattia professionale; Malattia correlata a un’eventuale invalidità o menomazione del dipendente pari o superiore al 67%.

Come inviare una visita fiscale?

Al fine di richiedere la visita fiscale il datore di lavoro deve seguire una procedura telematica direttamente sul sito Inps. Per accedere a questa procedura è necessario essere in possesso delle credenziali di accesso ed essere dotati della specifica abilitazione a richiedere la visita di controllo.

Come visualizzare i certificati di malattia?

Con il servizio online di consultazione certificati di malattia, i lavoratori possono visualizzare e stampare i propri certificati di malattia inserendo il numero di protocollo univoco del certificato e il PIN identificativo rilasciato dall’ INPS, che ne autentica l’accesso.

Quante volte il datore di lavoro può mandare il medico fiscale?

Ma come funzionano le visite fiscali e quando vengono avviate? Durante gli orari di reperibilità il lavoratore può essere sottoposto, dopo l’invio del certificato medico all’INPS, a controllo da parte del medico fiscale. La visita fiscale può essere ripetuta anche due volte nello stesso giorno.

You might be interested:  Risposta rapida: Per Una Visita Privata Occorre Prescrizione Medica?

Quali sono i compiti del medico fiscale?

La Visita Fiscale si svolge come una tradizionale visita medica, dove il medico fiscale ha il compito in primis di accertare la presenza del lavoratore all’indirizzo indicato per la malattia e successivamente di verificare l’effettivo stato di salute del lavoratore.

Quante volte si può prolungare la malattia?

Addirittura, il medico fiscale può passare due volte nell’arco della stessa giornata. Ma procediamo per ordine, e vediamo, in caso di malattia, come prolungare l’assenza dal lavoro.

Cosa succede se il medico di controllo non ti trova a casa?

Se il medico fiscale non ti trova a casa durante gli orari di reperibilità, incorrerai in una sanzione per assenza ingiustificata. La sanzione consiste nella decurtazione di una parte dello stipendio, pari al: 100% della retribuzione per i primi 10 giorni di malattia. 50% dall’undicesimo giorno di malattia in poi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *