I lettori chiedono: Come Richiedere Rimborsi Enam Insegnanti Visite Mediche?

Che cosa vuol dire gestione assistenza magistrale?

La Gestione Assistenza Magistrale è l’ufficio istituito presso l’Inps per la concessione e l’amministrazione di tutte le prestazioni ex Enam. La suddetta gestione si occupa quindi sia della previdenza dei propri iscritti che della concessione di prestiti a condizioni agevolate.

Chi sono gli iscritti Enam?

Sono iscritti d’ufficio all’Assistenza Magistrale, Gestione EX ENAM: gli insegnanti a tempo indeterminato di scuola statale dell’infanzia e primaria; i dirigenti scolastici provenienti dall’ex ruolo di direttori didattici; i direttori dei servizi generali e amministrativi provenienti dalla legge 2 dicembre 1967, n.

Chi sono iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale?

Sono iscritti all’ Assistenza Magistrale ( Gestione ENAM) gli insegnanti di scuola statale dell’infanzia e primaria a tempo indeterminato, i dirigenti scolastici provenienti dall’ex ruolo di direttori didattici e i direttori dei servizi generali e amministrativi provenienti dalla legge 2 dicembre 1967, n. 1213.

Chi sono gli iscritti alla gestione dipendenti pubblici?

Sono obbligatoriamente iscritti tutti i dipendenti pubblici, che fanno riferimento alla Gestione ex Inpdap dell’Inps ( Gestione Dipendenti Pubblici ).

Come chiedere rimborso Enam?

Per poter ottenere il rimborso, è necessario possedere i seguenti requisiti:

  1. Aver pagato i contributi all’INPS.
  2. Aver avuto delle spese rimborsabili dall’ente.
  3. Aver fatto domanda di rimborso all’INPS, tramite il sito ufficiale.
  4. Aver richiesto un rimborso superiore ai 20 Euro.
You might be interested:  Risposta rapida: Chi Scaricare Visite Mediche?

Che cosa è Inpdap?

L’ INPDAP (Istituto Nazionale Previdenza Dipendenti Pubblica Amministrazione) – istituito come ente pubblico non economico con la Legge 537 del 24/12/1993 e successivo D. Lgs.

Che cosa è il fondo credito Inpdap?

Cosa è la Gestione unitaria credito e attività sociali dell´ Inpdap? Si tratta di un fondo costituito nel 1996 per finanziare attività con finalità sociale che esulano dall´ambito strettamente previdenziale dell´ Inpdap.

Chi è iscritto alla Gestione unitaria?

Sono obbligatoriamente iscritti tutti i dipendenti pubblici che appartengono alla Gestione Dipendenti Pubblici (nota anche come Gestione ex-INPDAP). Hanno la possibilità di iscriversi alla Gestione unitaria anche i dipendenti e i pensionati delle altre amministrazioni pubbliche.

Chi fa parte della gestione unitaria?

Chi è iscritto Al Fondo sono obbligatoriamente iscritti tutti i dipendenti pubblici appartenenti alla gestione ex-INPDAP. In seguito, il D.M. 45/2007 ha esteso la possibilità di iscrizione alla gestione credito ai dipendenti e pensionati di tutte le amministrazioni pubbliche1.

Chi sono gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali?

La Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali è un Fondo costituito nel 1996 per finanziare prestazioni di credito, welfare e formazione riservate ai dipendenti pubblici in servizio e in pensione, non è a carico della fiscalità generale ma è alimentato mediante una trattenuta sugli stipendi degli stessi

Come si calcola il TFS dei dipendenti pubblici?

Il calcolo del TFS La formula è: 80% dell’ultimo stipendio mensile lordo (per i dipendenti degli Enti Locali si considera invece la media degli ultimi 12 stipendi) moltiplicato per il numero di anni di servizio, il tutto moltiplicato per 13 e infine diviso per 12.

You might be interested:  Quale Medico Per Cisti Sebacea Viso E Orecchie?

Chi sono i dipendenti pubblici in Italia?

Durata flessibile, puoi optare da una durata minima di 24 mesi a una massima di 120. Rientrano nella classificazione di dipendenti statali coloro che lavorano presso:

  • i Ministeri, come quello del Tesoro, delle Finanze, dell’Istruzione, ecc;
  • le scuole e le università, dai professori fino al personale ATA;

Cos’è il fondo IPOST?

L’ IPOST, o Istituto Postelegrafonici, era un ente di previdenza regolato dalla Legge 21 marzo 1958 n. 259 e s.m.i., riservato ai lavoratori di Poste Italiane S.p.a. e società collegate, nonché del personale statale dell’Azienda di Stato per i servizi telefonici (o ASST), confluita nella Telecom Italia S.p.a. nel 1994.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *