Spesso chiesto: Come Controllare La Visita Effettuata Dal Medico Fiscale Del Lavoro?

Come vedere esito visita fiscale?

Gli esiti della valutazione dell’Inps sono messi a disposizione del datore di lavoro, che può consultarli attraverso la sezione del portale web dell’istituto: Richiesta visite mediche di controllo/ consulta verbale giustificabilità. Lo ha stabilito l’Inps di recente, con un nuovo messaggio [5].

Chi decide di mandare la visita fiscale?

La visita fiscale è una possibilità con cui devono fare i conti i lavoratori dipendenti che si trovano in malattia. Infatti, su istanza del datore di lavoro o della stessa INPS i medici della mutua sono chiamati ad effettuare le visite fiscali per i lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato.

Quando passa il controllo dell’Inps?

Il personale medico incaricato dall’ Inps può far visita al lavoratore, presso il domicilio indicato nel certificato di malattia, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 se si tratta di un dipendente pubblico, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 se si tratta di un lavoratore del settore privato.

You might be interested:  Spesso chiesto: Quanto Costa La Visita Medica Per La Patente?

Come si fa a sapere se è passato il medico fiscale?

Del passaggio a vuoto del medico fiscale può avere conoscenza soltanto il datore di lavoro, accedendo alla sezione del sito web dell’Inps dedicata alle visite mediche di controllo.

Come faccio a sapere quanti giorni di malattia ho fatto?

Giorni di malattia: come sapere quanti ne ho fatto?

  1. consultare sul sito dell’Istituto e stampare gli attestati di malattia inserendo il numero di protocollo del certificato ed il tuo codice fiscale.
  2. consultare sul sito dell’Inps e stampare i certificati di malattia, inserendo il tuo codice Pin.

Come recuperare certificato di malattia telematico?

Con il servizio online di consultazione certificati di malattia, i lavoratori possono visualizzare e stampare i propri certificati di malattia inserendo il numero di protocollo univoco del certificato e il PIN identificativo rilasciato dall’INPS, che ne autentica l’accesso.

Cosa fare in caso di assenza per visita fiscale?

All’ assenza di un lavoratore alla visita di controllo, il datore di lavoro può applicare una sanzione amministrativa, prevista nel contratto, fino al licenziamento, se è provata una truffa nei confronti del datore di lavoro.

Come inviare una visita fiscale?

Al fine di richiedere la visita fiscale il datore di lavoro deve seguire una procedura telematica direttamente sul sito Inps. Per accedere a questa procedura è necessario essere in possesso delle credenziali di accesso ed essere dotati della specifica abilitazione a richiedere la visita di controllo.

Quando non è prevista la visita fiscale?

I casi di esonero sono: Malattia connessa all’esistenza di una patologia grave che richiede cure salvavita; Infortunio sul lavoro e malattia professionale; Malattia correlata a un’eventuale invalidità o menomazione del dipendente pari o superiore al 67%.

You might be interested:  I lettori chiedono: Per Prenotare Visite Private Ci Vuole La Richiesta Del Medico?

Cosa succede se passa il medico fiscale?

Se l’assenza alla visita fiscale è ingiustificata, il lavoratore può subire l’applicazione di sanzioni disciplinari, nei casi più gravi anche il licenziamento per giusta causa.

Quante volte si può ricevere la visita fiscale?

Inoltre, i dipendenti possono ricevere la visita fiscale anche per due volte nello stesso giorno se si è in presenza di casi sospetti (ad esempio, se il lavoratore richiede dei giorni di malattia sempre a ridosso di week-end o di festività).

Come giustificare assenza Controllo Inps?

Come giustificare l’ assenza alla visita fiscale? Il dipendente, per giustificare l’ assenza dal proprio domicilio durante le fasce di reperibilità, quando la motivazione dell’ assenza stessa è di natura sanitaria, deve trasmettere all’ Inps la relativa documentazione entro 15 giorni.

Cosa succede se il medico fiscale Viene fuori orario?

Le sanzioni per assenza durante gli orari visite fiscali sono le seguenti: 100% della decurtazione della retribuzione per i primi 10 giorni di patologia. 50% per le successive giornate. L’assenza alla terza visita causa la perdita totale dell’indennità sino al termine della malattia.

Cosa succede se il medico del lavoro non ti trova a casa?

Il lavoratore deve recarsi all’ambulatorio indicato per effettuare la visita ma se non lo fa lo stesso dovrà fornire all’Istituto e al datore di lavoro una giustificazione entro 10 giorni. Se non si presenta una giustificazione si rischia di perdere l’indennità di malattia spettante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *